Medicina estetica

La medicina estetica è una nuova branca medica, a carattere internistico, che si occupa di migliorare la qualità della vita di chi vive a disagio per un inestetismo non accettato. Realizza fondamentalmente un programma di prevenzione dell’invecchiamento generale e di quello cutaneo in particolare e si occupa poi della correzione degli inestetismi del viso e del corpo.
Gli inestetismi di cui si occupa la medicina estetica possono essere congeniti oppure possono essere acquisiti nel corso degli anni, ad esempio a causa dell’invecchiamento o dello stile di vita. In senso più allargato c’è da aggiungere che la Medicina Estetica si occupa anche della costruzione e della ricostruzione dell’equilibrio psicofisico dell’individuo sano, che può vivere con disagio la propria vita a causa di un inestetismo male accettato.

Chi si rivolge oggi alla Medicina estetica domanda, infatti, oltre alla correzione dell’inestetismo dichiarato, quando presente, una prescrizione utile per migliorare la qualità della vita relativa alla propria età e per mantenere negli anni una condizione fisica e mentale ottimale. Oltre all’importante contributo per il trattamento multidisciplinare delle disgrazie fisiche, delle alterazioni estetiche costituzionali, delle sequele estetiche e psicologiche delle malattie e degli inestetismi traumatici. In questo senso, la Medicina Estetica finalizza il suo intervento al raggiungimento e al mantenimento della salute intesa, come raccomandato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, quale “espressione di una condizione di benessere psicologico e fisico e non come assenza di malattia”.

Le metodiche e tecniche utilizzate in medicina estetica sono:
– Autotrapianto di capelli
– PRP o autorigenerazione con fattori di ricrescita piastrinici
– Capelli artificiali
– Filler
– Intralipoterapia
– Mesoterapia
– Peeling chimico
– Scleroterapia
– Tossina botulinica

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: