Osteopatia pediatrica

L’osteopatia pediatrica prevede trattamenti delicati e per nulla traumatici, adatti ai disturbi caratteristici dell’eta evolutiva.

La possibilità di curare sin dalla primissima infanzia eventuali malformazioni, scompensi della struttura ossea e disfunzioni dell’apparato membranoso e legamentoso può evitare dolorosi e lunghi percorsi di cura una volta adulti. Sin dalla vita intrauterina il neonato può aver subito dei “danni” che ne hanno provocato delle disfunzioni, il parto poi è il primo grande trauma che ogni essere umano affronta e le sue dinamiche spesso lasciano lesioni che il bambino non riesce a risolvere spontaneamente. Se durante la gravidanza la mamma soffre di lombalgie, sciatalgie, tensioni addominali è molto probabile che tutte le strutture coinvolte non riescano a compensare le richieste di un continuo adattamento dato dalla crescita del feto. Il bacino non si predispone nella migliore condizione per affrontare il parto e ciò può provocare compressioni anomale e asimmetriche al futuro neonato ancora prima di nascere. Un parto dalla difficile parte espulsiva che segue ad un travaglio altrettanto lungo, così come un parto troppo veloce, o che ha richiesto specifiche manovre ostetriche, o ancora un cordone ombelicale troppo corto o attorcigliato a cappio fanno facilmente intuire che possono aver segnato, in modo importante, i tessuti così delicati di un neonato.

Le patologie che riguardano il neonato trattate dall’osteopata sono numerose, tra le più frequenti si possono annoverare le plagiocefalie (asimmetrie del cranio e della faccia), il torcicollo miogeno, le lesioni del plesso brachiale, il reflussso gastrico, le coliche addominali, la stipsi, il sonno disturbato, l’iperattività, la difficoltà di suzione e molte altre.

Quando i bimbi diventano più grandicelli si possono presentare altre problematiche che possono avere una buona risoluzione grazie all’osteopatia come i piedi piatti o cavi, le ginocchia valghe o vare, ritardi dello sviluppo psico-motorio, problemi oculari sia di deficit di visus che di strabismo, ritardi nel gattonare o camminare, ernia inguinale, nei maschietti il testicolo ritenuto, problemi della sfera ORL (oto-rino-laringo-iatria come otiti e mal di gola ricorrenti). L’osteopatia è inoltre un valido aiuto nei problemi di mal-occlusione, che spesso richiedono lunghi e talvolta dolorosi interventi ortodontici, nel bruxismo (digrignare i denti), così come nelle scoliosi, cifosi o lordosi non fisiologiche, problemi respiratori con o senza manifestazioni asmatiche e l’elenco potrebbe continuare davvero per molto.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: