Un bicchiere di vino al giorno “fa buon sangue”?

Un bicchiere di vino al giorno “fa buon sangue”?

Credenza popolare, oggi si sa che l’eccesso di vino e alcolici può aumentare il rischio di ictus, aneurismi cerebrali e insufficienza cardiaca, riducendo l’aspettativa di vita: a rivelarlo anche uno studio recente.  

Un bicchiere di vino fa buon sangue”, dicevano nonne e anziani genitori.

Eppure quella che per molto tempo è stata considerata un’innocente credenza popolare ha ricevuto recentemente una smentita scientifica.

Infatti, non esistono evidenze che un consumo moderato di alcol sia correlato un buon funzionamento dell’apparato cardiovascolare ed anzi, sembrerebbe vero il contrario, come ha rivelato un recente studio pubblicato sulla rivista scientifica The Lancet e finanziata dalla British Heart Foundation.

Per esempio, secondo lo studio, superare i 5 bicchieri a settimane, ovvero meno di un bicchiere al giorno, riduce l’aspettativa di vita fino a 4-5 anni in meno per chi arriva a berne 18 bicchieri settimanali (circa 3 al giorno).

Non solo, gli esperti concordano sul fatto che all’aumentare del consumo di alcol si associ spesso un maggiore rischio di ictus, aneurismi cerebrali, insufficienza cardiaca, aneurisma dell’aorta e ipertensione.

Per proteggere il cuore e l’apparato cardiovascolare, insomma, più che al proverbiale e poco salutare bicchiere di vino al giorno, bisognerebbe puntare su altri piccoli ma fondamentali accorgimenti, quali prestare attenzione all’alimentazione, privilegiando le fibre derivanti da frutta e verdura, smettere di fumare e praticare attività fisica regolare.

Chiedi un consulto ai nostri esperti

Con WMC la tua salute è in buone mani

Dr.Guizzardi Paola
Nutrizione - Nutrizionista
Dr.Pagnozzi Giovanni
Cardiologia - Cardiochirurgo
Dr.Longo Marcella
Cardiologia - Cardiologa